blog

IL Q4 COME NON TE LO HANNO MAI RACCONTATO

Condividi questo articolo:

Il momento magico.

Avrai, se ti occupi di vendita online, sentito parlare del Q4, si lui, il periodo più fruttuoso di tutto l’anno solare.

Siamo in dirittura di arrivo, il ‘magic moment’ sta sfrecciando verso di noi, ottobre è alle porte e i motori di tutti gli store si stanno scaldando. 

IL Q4, quindi il periodo che copre i mesi di ottobre, novembre e dicembre, è indubbiamente il momento più redditizio per le imprese.

Halloween, Black Friday, Cyber Monday, Giorno del Ringraziamento e Natale sono tutte festività che aprono la pista per IL MOMENTO D’ORO. 

Se ben sfruttate.

Si, perché nel caso in cui l’occasione offerta da queste festività venga gestita in malo modo può trasformarsi in  un vero e proprio bagno di sangue.

Tuttavia ci sono soluzioni efficacissime per togliersi dai piedi tutte le criticità che possono verificarsi e arrivare dritti al traguardo senza incidenti.

Facciamo qualche esempio pratico per capire meglio le giuste strategie da attuare per approfittare pienamente del Q4.

PRODOTTI FISICI VS PRODOTTI DIGITALI

Ecco…

Supponiamo che due ragazzi, che chiameremo Pippo e Tigre (lo so, è un nome bizzarro, ma ha un suo perché …) facciano business online e che si stiano organizzando in vista del Q4.

PIPPO E IL Q4

Pippo è molto felice e determinato a sfruttare al massimo la ghiotta occasione. Passa interi pomeriggi, serate e spesso anche la notte a cercare di individuare il prodotto perfetto da vendere. Alla fine, dopo varie notti insonni, occhiaie scure e diverse Red Bull riesce a individuare qualcosa che lo soddisfa.

Infervorato da quella che gli pare l’idea del secolo avvia la sua ricerca spasmodica della miglior fabbrica cinese in grado di fornirgli in tempi record il suo prodotto. 

Dopo aver parlato con 13 fornitori diversi l’iniziale entusiasmo di Pippo comincia un pò a scemare. 

Con una punta di gastrite che inizia a dare qualche fastidio si rende conto che i tempi sono stretti e che quindi  non potrà testare il prodotto prima di renderlo disponibile per l’acquisto.

Non ha alternative, dovrà fidarsi ciecamente di persone sconosciute che stanno dall’altra parte del globo.

Dopo 1000 chat scritte in una lingua che solo i dropshipper parlano e che ricorda vagamente il cinese, l’inglese e l’italiano sapientemente mixati Pippo decide di fidarsi.

 Ingoia due Maalox con una Monster e comincia a realizzare il suo Store.

Tutto adesso è pronto, il sito è finalmente online. Pippo, in preda a quella sensazione di entusiasmo mista a aspettativa, si sente come un bambino alla vigilia di una gita scolastica. Guarda fuori dalla finestra della sua cameretta e nota che sul  terrazzo del palazzo di fronte è appeso uno striscione su cui campeggia una scritta colorata: ANDRÀ TUTTO BENE.

Decide di prendere un Tavor insieme al Maalox e di andare a letto.

Il mattino seguente, con in mano una tazza di caffè fumante, apre il suo pc, impaziente di controllare la dashboard. 

Qualcosa si muove. Qualche ordine appare sulla sua schermata.

Non è certo quello che si aspettava ma, si dice cercando di rincuorarsi, le ADS hanno bisogno di tempo per iniziare a girare bene. 

I giorni passano, lo striscione appeso al terrazzo di fronte la finestra di Pippo è sempre più sbiadito, la scatola dei Maalox sempre più vuota e il portafoglio di Pippo anche. 

Le giornate del ragazzo sono scandite da richieste di resi, e-mail poco gentili di clienti che chiedono che fine abbia fatto il regalo scelto con tanto amore per la nipotina e accese discussioni con il fornitore cinese che, non si capisce perché ha deciso di punto in bianco di parlare solo in dialetto minbei stretto.

È notte fonda. Pippo, seduto alla scrivania è solo nella sua cameretta. La schermata del suo pc gli mostra impietosa i dati disastrosi delle sue vendite.

Spegne le sue campagne, prende cinque Maalox e li butta giù con un bicchierino di Sambuca  rubato di soppiatto dal mobile bar del salotto anni 70.

Il Dropshipping non funziona, pensa rannicchiato sotto le coperte prima di cadere in un sonno profondo. Domani andrò a cercarmi un lavoro ‘vero’.

TIGRE E IL Q4

Tigre è molto felice e determinato a sfruttare al massimo la ghiotta occasione. Passa interi pomeriggi, serate e spesso anche la notte a cercare di individuare il prodotto perfetto da vendere.

Esattamente come Pippo.

Alla fine, dopo aver eseguito tutte le analisi necessarie per individuare i bisogni delle persone e aver deciso la sua nicchia di riferimento si mette all’opera e inizia a  creare il suo prodotto digitale. 

Tutto quello di cui ha bisogno è lì davanti a lui, il suo pc e le sue mani. 

In breve tempo Tigre organizza che gli occorre per immettersi sul mercato, il prodotto è pronto, lo store anche. Le campagne partono.

È notte, Tigre è seduto alla scrivania di camera sua, il sito è finalmente online.

Tigre , in preda a quella sensazione di entusiasmo mista a aspettativa, si sente come un bambino alla vigilia di una gita scolastica. Guarda fuori dalla finestra della sua cameretta, il cielo è bellissimo, vede una stella cadente, esprime un desiderio. 

Decide di prendere qualche ultimo appunto sul corso che sta studiando e poi andare a letto.

Il mattino seguente, con in mano una tazza di caffè fumante, apre il suo pc, impaziente di controllare la dashboard.

Un sorriso spunta sulla bocca di Tigre, la schermata che ha davanti agli occhi gli mette addosso allegria.

Sceglie  di scendere al bar per concedersi una ricca colazione prima di buttarsi nuovamente a capofitto nello studio del suo corso online.

I giorni passano, Tigre trascorre le sue giornate tra formazione, un occhio sulla dashboard e l’altro sul portale di  AirBnb.

Il prodotto piace, i clienti sono felici, le campagne girano per il verso giusto.

È notte fonda. Tigre, seduto alla scrivania è solo nella sua cameretta. La schermata che ha di fronte gli mostra una rassicurante serie di strisce verdoline che svettano verso l’alto. Chiude il suo pc e finisce la birra rimasta nel suo bicchiere.

Il Dropshipping digitale è spettacolare, pensa rannicchiato sotto le coperte prima di cadere in un sonno profondo. Domani prenoto quella casa su AirBnb.

Quello che hai appena letto è un piccolo racconto di pura fantasia che mi sono divertito a scrivere.

Nonostante i personaggi e le situazioni siano inventati, un fondo di assoluta verità c’è.

Operare con i prodotti digitali offre indubbiamente enormi vantaggi.

Se vuoi essere come Tigre e approfittare del Q4 con i prodotti digitali potrai farlo tranquillamente. QUI ti spiego esattamente da dove iniziare.



Al vostro successo,

Marco Cappelli – Founder of MCA

Più articoli

Business

EXIT STRATEGY

I vantaggi che ti può offrire e perché dovresti farla se il tuo store non converte Cosa significa esattamente “Exit Strategy?” L’Exit Strategy non è