blog

COME CREARE GRAFICHE CHE CONVERTONO PER I TUOI POST

Condividi questo articolo:

10 consigli da mettere subito in pratica

Siamo peggio di un pesce rosso.

Non lo dico io ma è quanto emerge da uno studio fatto dalla Microsoft qualche tempo fa.

Durante la ricerca, che voleva appunto misurare il tempo medio di attenzione di un essere umano, sono state esaminate 2.000 persone più un ulteriore  campione di 112, con tanto di misurazione delle loro onde cerebrali tramite elettroencefalogramma.

Ti sarà sicuramente capitato di sentire la frase:” Hai l’attenzione di un pesce rosso!”, questo modo di dire non è casuale, il pesce rosso ha infatti una soglia di attenzione estremamente bassa che  non supera i 9 secondi.

Noi umani  siamo riusciti a battere questo record, attestandoci una media di ben…8 secondi!

Non è molto edificante ma dobbiamo farcene una ragione. 

L’enorme mole di informazioni con cui veniamo in contatto ogni giorno ha sicuramente contribuito ad abbassare la nostra capacità di concentrazione, che era di 12 secondi solo pochi anni fa.

Questo è un grosso problema per chi lavora nel digitale e ha come obiettivo proprio quello di catturare l’attenzione di chi sta scrollando il cellulare per proporre i propri contenuti.

Possiamo però mettere in atto alcune strategie per farci notare da chi ci intercetta.

La prima cosa che attira l’attenzione sono le immagini. Le immagini che pubblichiamo sui nostri social media sono la chiave per aprire la porta al messaggio che vogliamo veicolare.

Dobbiamo quindi prestare loro la massima cura e considerarle il nostro cavallo di Troia per “entrare nella testa” dei nostri prospect.

LE DIMENSIONI CONTANO

Partiamo dalle misure. Ogni social media ha le sue precise misure da rispettare, pubblicare fotografie bellissime ma della misura sbagliata vanificherà tutto il tempo che hai investito per creare la grafica.

Le misure corrette da utilizzare:

Dimensioni delle grafiche su Facebook

Immagine del profilo, sia per la pagina aziendale: 170×170 pixel

Immagine di copertina: 820×312 pixel per desktop, 640×360 per mobile.

Grafica per post: 1200×630 pixel.

Dimensioni delle grafiche su Instagram

Immagini foto/grafiche quadrate: 1080×1080 pixel.

Immagini foto/grafiche verticali: 1080×1350 pixel.

Immagini foto/grafiche orizzontali: 1080×566 pixel.

Instagram Stories: 1080×1920 pixel. 

Immagini profilo: 320×320 pixel.

Dimensioni delle grafiche su TikTok

Post: 1080×1920 pixel

Immagine del profilo di TikTok: 200×200 pixel.

Detto ciò, ecco alcuni consigli per creare le grafiche in modo che risultino coinvolgenti per il tuo target di riferimento.

DEVI ESSERE COERENTE

Per prima cosa devono essere adeguate, specificatamente ideate per il tipo di persona a cui sono indirizzate. 

Metti in un cassetto i tuoi gusti personali e studia bene le preferenze della nicchia a cui rivolgi il tuo messaggio.

Creare una grafica infarcita di fiorellini rosa non capterà l’interesse di chi sta cercando una T-Shirt in stile gotico.

Cerca di essere sempre coerente con il tuo brand, su tutti i social dove andrai a pubblicare i tuoi contenuti.

Il tuo brand dovrebbe essere riconoscibile a vista d’occhio su qualsiasi piattaforma.

CREA GRAFICHE ACCATTIVANTI

Per suscitare maggiore attenzione sfrutta la regola dei terzi.

Dividi la tua immagine facendola attraversare da due linee verticali e due orizzontali e posiziona gli elementi più importanti nei punti di intersezione della griglia.

Perché funziona?

Quando guardiamo una fotografia con un soggetto posto al centro l’immagine ci appare decisamente più armoniosa ma il nostro occhio (quindi la nostra attenzione) non è stimolato a indagare oltre.

Decentrare il soggetto evita che lo sguardo si fermi e porta l’occhio a esplorare l’intera immagine. In questo modo, molto probabilmente, il tuo testo e quindi il tuo messaggio, avrà molte più chance di essere letto.

ELIMINA IL SUPERFLUO

Non è solo un consiglio di stile, farcire una grafica di troppi elementi è fortemente controproducente. Il messaggio deve essere chiaro, corto, pulito e immediato. 

SCEGLI I FONT CON CURA

Titolo e sottotitolo della tua immagine richiedono due font diversi. Due. Non 25. Usare troppi font confonde e suscita immediatamente in chi guarda l’idea di essere di fronte a un lavoro fatto in modo poco professionale. Ti consiglio, nelle tue grafiche, di abbinare un font San Serif e uno Serif per creare una armonia gradevole.

SCEGLI I GIUSTI COLORI

Il colore ha un ruolo molto importante, e può evocare emozioni molto precise.

Se sei interessato a questo aspetto ho scritto un articolo dove ti spiego esattamente quali emozioni sono abbinate a ogni specifico colore, lo puoi leggere QUI

USA I RIQUADRI

Oltre alla regola dei terzi che ti ho spiegato sopra un altro modo efficace di evidenziare l’attenzione sul tuo messaggio è quella di inserire all’interno della grafica riquadri e cornici dove racchiudere il tuo testo. Usa colori contrastanti per un maggiore impatto visivo.

TOOLS PER REALIZZARE LE TUE GRAFICHE

CANVA

Sicuramente il più popolare e quello più intuitivo da utilizzare.

Canva offre una miriade di templates per grafiche destinate ai social media, con le giuste dimensioni già impostate e sempre aggiornate. 

Ha sia una versione free che una a pagamento.

Facile da usare, permette una personalizzazione praticamente infinita.

ADOBE PHOTOSHOP

Molto valido ma con una curva di apprendimento decisamente più alta rispetto a Canva.

Non offre una versione gratuita, per usarlo occorre un abbonamento al prezzo di 24,39 euro mensili.

Con Adobe si possono creare grafiche estremamente professionali a patto di conoscerne bene le varie funzionalità.

GIMP

Praticamente è la versione gratuita di Adobe Photoshop, un pò più semplice da usare, perfetto se ti piace l’idea di impiegare un programma simile ( non uguale) ad Adobe ma non vuoi sottostare a un abbonamento.

VISTACREATE

Uno strumento per creare post e grafiche anche se non hai nessuna esperienza. Fornisce più di 75.000 templates diversi e ne vengono aggiunti nuovi ogni settimana. Molto simile a Canva

DOVE TROVARE LE  IMMAGINI PER LE TUE GRAFICHE

Nel caso tu scelga di utilizzare le piattaforme che ti ho elencato le immagini le potrai reperire  direttamente all’interno della piattaforma che hai deciso di usare.

Ti scrivo comunque un elenco di siti dove puoi facilmente individuare e scegliere le fotografie più adatte al tuo scopo:

PIXBAY: su Pixbay puoi trovare foto, illustrazioni, video e vettoriali, tutti copyright free.

UNSPLASH: tantissime foto stock ad alta risoluzione, ne vengono aggiunte nuove continuamente, tutte per uso commerciale.

GRATISOGRAPHY: foto divertenti e di alta qualità, royalty free.

LITTLE VISUALS: fotografie per chi si occupa di argomenti collegati alla natura e ai paesaggi, permette la ricerca delle immagini attraverso i tag, tutte libere per uso commerciale.

MAGDELEINE: la particolarità di Magdeleine è quella di poter selezionare le fotografie in base al colore predominante, una funzione comodissima quando si ha la necessità di creare armonia cromatica.

FOODIESFEED: anche questo sito è organizzato in base ai colori predominanti delle immagini ma è specializzato in food, non tutte le immagini sono gratuite ma sono bellissime. 

USA I MOCKUP

I mockup hanno la capacità di rendere molto più immediata la comprensione del tuo prodotto e di illustrarne le sue prerogative e funzionalità. Che tu stia vendendo magliette, eBook o stampe digitali, consente al cliente di vedere il tuo prodotto “in uso”, di immaginarlo nella vita reale. 

Cerca di utilizzare mockup che rispecchino il più possibile lo stile del tuo target di riferimento.

Due siti dove puoi trovare tantissimi mockup:

PLACEIT QUI E SMARTMOCKUPS QUI

IDEE PER I TUOI PROGETTI

Ti segnalo Behance.net.

 Se sei in pieno blocco creativo questa piattaforma fa al caso tuo, puoi cercare ispirazione grazie al lavoro pubblicato da grafici di tutto il mondo. Su Behance puoi scegliere  per immagini, prototipi, flussi, persone, per colore, moodboard…una risorsa davvero utilissima.

USA GLI HASHTAG CON ATTENZIONE

Usare il giusto hashtag è un vero e proprio processo strategico, che deve essere eseguito con cautela se non vuoi commettere errori che possono compromettere i tuoi sforzi.

Sono un elemento fondamentale della comunicazione digitale ma devi fare molta attenzione a non usare hashtag vietati, e fare sempre una verifica.

Quando un hashtag viene utilizzato da un certo numero di profili in maniera non corretta (bot) Instagram mette al bando i suoi collegamenti testuali.

L’utilizzo di un hashtag vietato comporta l’oscuramento del tuo post,  può portarti a Shadowban o penalizzare fortemente il tuo contenuto, quindi, tutta la fatica fatta per creare la tua bella immagine grafica viene vanificata.

Per sapere se un hashtag è gradito a Instagram o no segui questa procedura: clicca sull’icona a forma di lente nella app di Instagram e digita nella barra di ricerca il tag che vorresti inserire.

Se l’hashtag che vuoi inserire mostra in alto la scritta: 

“I post recenti con #esempio sono nascosti perché alcuni post potrebbero non rispettare le linee guida della community di Instagram”.

In questo caso EVITA di usare quell’hashtag.

Un Hashtag può essere bannato per sempre o solo in modo temporaneo, controlla sempre.

Questi 10 consigli che ti dato sono la punta dell’iceberg, e costituiscono un  ottimo punto di…partenza.

In realtà creare grafiche efficaci  richiede molte abilità differenti e uno studio dei competitors approfondito.

La mia agenzia offre questo servizio, se hai bisogno di una mano puoi dare un’occhiata QUI.


Al vostro successo,

Marco Cappelli – Founder of MCA

Più articoli

Business

EXIT STRATEGY

I vantaggi che ti può offrire e perché dovresti farla se il tuo store non converte Cosa significa esattamente “Exit Strategy?” L’Exit Strategy non è